SAR di AIM: progetto per demolire una cinquantina di tralicci di alta tensione


I tecnici di Terna hanno avviato questa mattina a san Pio X la demolizione di alcuni vecchi tralicci di alta tensione. Presenti al parco giochi di via Giuriato il sindaco di Vicenza, Achille Variati, e il Direttore Territoriale Nordest di Terna Rete Italia, Dino Capotosti (qui la cronaca).

Dal canto suo, SAR Servizi a Rete, società del Gruppo AIM, nell’ambito del potenziamento del servizio di distribuzione di energia elettrica sul territorio comunale, condotto in questi ultimi mesi in concomitanza con l’ultimazione delle attività previste dal gestore nazionale Terna, ha in progetto la costruzione della cabina primaria a 132.000 Volt nella zona di Monte Crocetta e della cabina primaria di Pace 2 nel quartiere di San Pio X oltre al parziale interramento di alcune linee in alta tensione, nella fattispecie nei quartieri di Rettorgole, Laghetto, Saviabona, Anconetta, S. Pio X.

Gli interventi legati alle reti di AIM fanno parte di un vasto ed articolato progetto di revisione della rete elettrica cittadina, che prevede, a regime, 3 cabine primarie a 132.000 Volt allacciate direttamente alla rete primaria nazionale di Terna ed un riassetto complessivo dei flussi di potenza, consentendo il successivo smantellamento delle linee e stazioni elettriche a 50.000 Volt.

SAR prevede di iniziare la graduale demolizione delle linee elettriche a 50.000 Volt fra circa 18 mesi, mano a mano che verranno messi in esercizio gli impianti di nuova generazione, ipotizzando la totale demolizione della cinquantina di tralicci distribuiti lungo gli 8 km complessivi nell’arco dei successivi 30 mesi.