AIM vara il welfare aziendale: ai dipendenti rimborsi per rette, libri, cure personali e cultura


Importante accordo in AIM per l’introduzione di un sistema di prestazioni non monetarie e di servizi a sostegno del dipendente, ormai comunemente definito welfare aziendale. È stato infatti siglato in questi giorni un accordo con le rappresentanze sindacali che permetterà agli oltre 600 dipendenti delle società del Gruppo AIM di convertire, in tutto o in parte, il premio di risultato annuale, previsto dalla contrattazione di secondo livello, in una articolata serie di servizi finalizzati alla cura della persona, alla formazione scolastica dei figli, alle rette per i figli o i genitori non autosufficienti, per la salute individuale dei lavoratori e dei famigliari, per la cultura e il tempo libero.

AIM si è fatta parte attiva nella definizione di questo accordo – che si avvarrà della collaborazione dei servizi “WelfareMeet” di Confindustria Vicenza – perché ritiene che la qualità della vita privata dei collaboratori e il clima aziendale siano elementi qualificanti del rapporto tra l’Azienda e i propri dipendenti, anche per una ricaduta positiva sui cittadini, destinatari dei servizi erogati dalle società del Gruppo.

Come è ormai noto, aver perfezionato e concluso questo accordo, permetterà ai dipendenti di AIM di poter utilizzare risorse per il proprio ambito privato e sociale, sfruttando i benefici fiscali che questo recente e moderno strumento mette a disposizione del lavoratore.

«Far entrare in AIM questa forma moderna e vantaggiosa di welfare – commenta il Direttore Generale Dario Vianello – significa proiettare la nostra Azienda verso obiettivi di sostenibilità nella qualità delle relazioni con i collaboratori. Siamo convinti che la nostra sia un’Azienda che deve erogare servizi essenziali, sempre accompagnati dal valore aggiunto della cura riservata alle relazioni con i propri stakeholder, siano essi soggetti istituzionali o singoli privati cittadini. Nei confronti di tutti – conclude Vianello – è fondamentale essere in grado di costruire rapporti e garantire prestazioni sempre improntati ad una migliore qualità. In tale senso, siamo convinti che la soddisfazione e la serenità dei nostri collaboratori possa contribuire in modo determinante al raggiungimento di questi obiettivi».